A bigger bang - BLOGBUSTER - cinema e musica
mail forum
 
\\ Home Page : Articolo
A bigger bang
Di Andy (del 17/06/2006 @ 05:00:00, in musica, linkato 2266 volte)
Artista
Rolling Stones
Titolo
A bigger bang
Anno
2005

Perbacco, recensire un album dei Rolling Stones, l’ultimo.. un impegno tanto allettante quanto non facile, vi assicuro, soprattutto perché di questa band è stato detto e scritto di tutto e di più in 40 anni (!) di onorata carriera. Non credo che questi signori abbiano bisogno di tante presentazioni ma è comunque giusto ricordare quello che hanno “combinato” Mick Jagger, cantante, e Keith Richards, chitarrista, fin dal lontano ottobre del 1961, quando scoprono di avere in comune la passione per la musica di “tipacci” come Chuck Berry, Little Walter, Muddy Waters. Ai nostri due si uniscono Bill Wiman, bassista, Charlie Watts, batterista, una specie di mezzo genio, è il polistrumentista Bryan Jones. Il debutto dei Rolling Stones (nome preso da una canzone di M. Waters), avviene in uno dei templi sacri del rock, il marquee di Londra,il 12 luglio 1962. la loro musica è impudente,ribelle e selvaggiacome le loro immagine, e attinge dalle sorgenti blues del rock’n’roll; parla dell’anima nera e sotterranea della città, e degli eccessi che si consumano nei club underground di Londra, molto più sfacciatae ritmata dei rivali di sempre, i Beatles. Insomma, il successo non tarda ad arrivare è nel 1965, con il 45 giri “I can’t get no satisfaction”, inno sensuale dai trascinanti riff di chitarra scalano le classifiche di tutto il mondo e iniziano la loro carriera costellata di successi e anche di guai con la droga e eccessi di ogni tipo. Nel 1966 uscirà l’album “Aftermath” che contiene “Lady Jane” (dedicata alla marijuana), “Paint It Black” e pezzi più incalzanti come “Under My Thumb”, “Jumping Jack Flash”, “Simpathy for the devil” (dal chiaro significato blasfemo). La musica degli Stones è piena di allusioni alle droghe, al sesso e alla politica. Nel 1969 Jones viene trovato morto nella sua piscina, probabilmente in seguito ad un’overdose. Viene sostituito da Mick Taylor, bravo chitarrista blues ma non adatto alla musica (e alla vita) sregolata e ribelle della band. Senza Brian Jones, che dava una vena più acustica ed esotica al gruppo, dal momento che riusciva ad inserire tra basso, batteria e chitarre strumenti come il dulcimer, il sitar e pianoforti vari, il suono si inasprisce diventano sempre più rock e dando vita a pezzi come “Brown Sugar” e “Wild Horses”, tratte dal mitico “Sticky Fingers”. Nel ’74 Mick Taylor viene sostituito da Rondwood, tutt’ora presente. Da allora Jagger e soci alternano dischi più o meno belli (a volte molto commerciali) a tour mondiali che comunque hanno divertito tre intere generazioni. Nel 1993 anche lo storico bassista Bill Wyman lascia la formazione, sostituito da Daryl Jones che rimarrà fino ad oggi. Forse mi sono un po’ dilungato, ma sono cose da sapere e da tenere presenti quando si ascolta un album di questi mostri del rock, in questo caso “A Bigger bang” del 2005, che si compone di ben 16 brani. Jagger dice che il 50% di questo disco è rock e l’altro 50 no (?). Beh, le prime tre tracce lo sono di sicuro. La prima, Rough Justice, è un rockaccio scontato e banale, ma le altre due ti fanno capire come gli Stones siano ancora capaci di farti muovere il piedino, con quel sound ruvido e allegro. Il quarto pezzo è “Rain fall down”, il secondo singolo estratto dal cd; un funky black and blues alla maniera di “Miss You” cantato ancora con grande energia e feeling da Mick e grandi ritmiche rock funky di Richards “Streets of love”, il primo singolo uscito è una bella ballata un po’ commerciale ma nel loro stile. “Back of my hand” E’ un blues diciamo “ubriaco” alla Muddy Waters, con le stupende chitarre di Wood Richards. Lascerei passare la 7 e la 8, un po’ troppo commerciali, ma la 9 “This Place Is Empty” cantata con quella voce roca e graffiante da Richards ha veramente qualcosa che ti riporta a dischi come Sticky Fingers, bellissima! Le tracce 10 e 11 non sono certo il meglio del disco con questi accordi triti e ritriti, la 12 è un bel lentaccio non male e la 13 suona alla Stones anni 80 con la batteria che va come un treno e le chitarre staccate e nervose insieme all’armonica suonata come sempre da Jagger. Stesso discorso per la 14 dal ritmo ancora più incalzante e sanguigno. Sinceramente avrei chiuso il disco qui perché le due che seguono non mi dicono molto. Bisogna naturalmente considerare i testi come sempre irriverenti e critici nei confronti soprattutto della politica americana e inglese, Insomma quando ci sono di mezzo queste vecchie glorie, le critiche sono tante e pesanti, ma nell’insieme direi che “A Bigger bang” è un bel disco di rock, fatto senza troppe pretese da questi animali da palco, forse un po’ caricature di se stessi, ma ai quali è difficile chiedere d’inventarsi qualcosa di diverso dato che 40 anni fa hanno già inventato il rock… E scusate se è poco.

Andy

Articolo Articolo Commenti Commenti (4) Storico Storico Stampa Stampa

1852491 persone hanno visitato il blog dal 3 aprile 2006

Ci sono 493 persone collegate


< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
     
             

Articoli
Elencati per sezione:
cinema
musica
live report
libri
teatro
fumetti
serie TV
redazione

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Gran bel libro che è...
18/03/2018 @ 15:55:05
Di Namor
Non credevo (infatti...
18/03/2018 @ 15:53:06
Di Namor
Complimenti per la r...
18/03/2018 @ 13:03:13
Di Angie*
@- LouiseElle- Ti r...
03/12/2017 @ 11:08:01
Di * Miryam
e' un libro bellissi...
23/11/2017 @ 14:21:42
Di #LouiseElle
@_Angie: Grazie Angi...
15/11/2017 @ 00:19:30
Di Asterix 451
Bella rece Asterix. ...
12/11/2017 @ 14:22:04
Di Angie*
ne sono davvero feli...
29/08/2017 @ 22:59:00
Di #LouiseElle
purtroppo non sono ...
05/03/2017 @ 20:26:10
Di #LouiseElle
Anche questo titolo ...
05/03/2017 @ 14:34:45
Di Namor




Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3
dBlog Open Source
BlogItalia
blogs italia, directory blog italiani

BlogNews


Creative Commons License
I contenuti testuali di BlogBuster sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.


23/02/2019 @ 10:08:25
script eseguito in 217 ms