Dove comincia il sole - BLOGBUSTER - cinema e musica
mail forum
 
\\ Home Page : Articolo
Dove comincia il sole
Di Andy (del 29/10/2010 @ 05:00:00, in musica, linkato 1389 volte)
Artista
Pooh
Titolo
Dove comincia il sole
Anno
2010
Label
Trio

Album numero trentuno per la lunga e grande carriera dei Pooh, che come sappiamo sono rimasti in tre da quando il batterista Stefano D’Orazio ha deciso di lasciare il gruppo per dedicarsi a progetti a lui più congeniali ( produzioni e musical ). Ebbene, Robi, Red e Dodi, non si sono dati per vinti e per superare questo momento che poteva essere davvero cruciale, si sono chiusi in studio e hanno suonato e suonato, senza l’aiuto della tecnologia che ha caratterizzato un po’ troppo i loro ultimi lavori e il risultato è questo disco veramente bello!
La canzone che gira in radio, che è Dove comincia il sole e dà il titolo all’album , è solo la parte commerciale di una suite della durata di undici minuti che ci riporta subito alla memoria ellepi come Parsifal, dove era il pop-prog a farla da padrone; il tappeto di tastiera di Robi e la chitarra decisa di Dodi introducono la voce di Facchinetti e poi il massiccio Steve Ferrone alla batteria fa il resto, insieme al basso rotolante di Red. Il testo è in bilico tra realtà e fantasia, la ricerca di un mondo perduto ancora incontaminato e in cui immaginare avventure e grandi storie; molto bello il video girato in Trentino per rendere l’idea.
La seconda parte della suite è affidata al magico tocco di Dodi, che fa veramente piangere la sua Stratocaster su un aria neo-barocca e in cui si dimostra un grandissimo chitarrista che non ha niente da invidiare a nessuno, ma è tutta la musica di questo finale che è meravigliosa ed emozionante, capace di portare la mente verso paesaggi e ricordi lontani o verso viaggi futuri..un capolavoro! Più semplice Fammi sognare ancora, una canzone più vicina agli ultimi Pooh, con un bel testo sulla speranza di poter migliorare il mondo, con la forza dell’amore e dell’amicizia.
Si torna alle sonorità dei primi anni con L’aquila e il falco, un pezzo epico e un testo bellissimo; il racconto dell’incontro tra la Morte e Attila, re degli Unni spietato e sfrontato, tanto da sfidare anche lei e ritardare il momento della sua dipartita; un prog-rock suonato alla grande e cantato da Red, parti strumentali spettacolari, come i soliti cori perfetti.
Ritroviamo il lato più sentimentale dei tre, con Il cuore tra le mani, dedicata con amore alla compagna della propria vita, che sa capire, sopportare e dare forza, una canzone dolcissima.
Di una dolcezza più aspra e dura Reporter, un testo meraviglioso, per una ballata altrettanto struggente, su una storia tra un uomo e una donna che di professione fa appunto la reporter e che purtroppo per inseguire la sua passione, perde la vita durante una guerra ed all’uomo rimangono solo le immagini impresse nella sua videocamera e i ricordi dei giorni passati con lei.
Divertente Isabel, un amore per una donna sfuggente, musica tra rock e pop sinfonico.
Dedicata a tutte le donne Amica mia, ballata che trova le parole giuste per descrivere il modo di essere femminile, mentre Musica è un inno a quest’arte che sembra riesca a fermare il tempo per chi la pratica come mestiere.
Davvero accattivanti la musica e la chitarra di Un anno in più che non hai, un augurio di buon compleanno alla donna amata che rimane sempre uguale anche con gli anni che passano, grazie alla propria personalità .
Fantastica Questo sono io, aperta dalla voce di Dodi, seguito da Red e poi da Robi, che quando arriva il suo turno è emozionante davvero; tre voci favolose, ognuno canta un pezzo della sua storia, che potrebbe essere la storia di ogni uomo e la chitarra di Dodi vola in alto sullo splendido finale strumentale di questa canzone tipicamente “pooh”, ma suonata e cantata con una emozione rinnovata, un testo stupendo e sincero.
Questo Dove comincia il sole è un disco che lo metti su e va da solo, pieno di bella musica e belle parole, grazie ai testi del “solito” Valerio Negrini, che collabora da sempre con i Pooh e alla musica arricchita dall’apporto di Steve Ferrone alla batteria, Danilo Ballo alle tastiere e Ludovico Vagnone alle chitarre.
Da provare nel lettore cd in macchina, magari durante un bel viaggio. Secondo me va alla grande..buon ascolto..

 Andy

Articolo Articolo Commenti Commenti (6) Storico Storico Stampa Stampa

1852514 persone hanno visitato il blog dal 3 aprile 2006

Ci sono 531 persone collegate


< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
     
             

Articoli
Elencati per sezione:
cinema
musica
live report
libri
teatro
fumetti
serie TV
redazione

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Gran bel libro che è...
18/03/2018 @ 15:55:05
Di Namor
Non credevo (infatti...
18/03/2018 @ 15:53:06
Di Namor
Complimenti per la r...
18/03/2018 @ 13:03:13
Di Angie*
@- LouiseElle- Ti r...
03/12/2017 @ 11:08:01
Di * Miryam
e' un libro bellissi...
23/11/2017 @ 14:21:42
Di #LouiseElle
@_Angie: Grazie Angi...
15/11/2017 @ 00:19:30
Di Asterix 451
Bella rece Asterix. ...
12/11/2017 @ 14:22:04
Di Angie*
ne sono davvero feli...
29/08/2017 @ 22:59:00
Di #LouiseElle
purtroppo non sono ...
05/03/2017 @ 20:26:10
Di #LouiseElle
Anche questo titolo ...
05/03/2017 @ 14:34:45
Di Namor




Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3
dBlog Open Source
BlogItalia
blogs italia, directory blog italiani

BlogNews


Creative Commons License
I contenuti testuali di BlogBuster sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.


23/02/2019 @ 10:10:57
script eseguito in 222 ms