I guerrieri della notte - BLOGBUSTER - cinema e musica
mail forum
 
\\ Home Page : Articolo
I guerrieri della notte
Di Asterix451 (del 20/06/2016 @ 05:00:00, in cinema, linkato 721 volte)
Titolo originale
The Warriors
Produzione
USA 1979
Regia
Walter Hill
Interpreti
Michael Beck, James Remar, Dorsey Wright, Brian Tyler, David Harris.
Durata
92 Minuti

Alla fine degli anni ’70, nella città di New York i giovani appartenenti alle gangs sono circa sessantamila, tre volte più numerosi dei poliziotti che li contrastano. Cyrus, il capo della gang più potente, lo sa e sta cercando di sfruttare questo vantaggio numerico per riunirle in un esercito malavitoso. Prima, però, occorre stabilire una tregua che annulli le guerre tra i vari quartieri: vuole parlare a tutti, nel Bronx, in un incontro senza armi che permetterà ai delegati di ogni banda di trovare un’intesa “militare”.
I Guerrieri di Coney Island, gli Warriors, si presentano all’incontro e Cyrus comincia a parlare: il suo piano è ambizioso, ma realizzabile; tutti se ne rendono conto ma… intanto c’è una pistola che passa di mano in mano e poi, all’improvviso, uno sparo. Il capo carismatico cade a terra e il parco sprofonda nel caos: la Polizia irrompe mentre Fox, uno dei Guerrieri, ha visto chi ha sparato ed è stato visto a sua volta prima di essere costretto a scappare. Cyrus viene inutilmente soccorso e l’assassino, avvicinandosi al suo corpo, accusa i Guerrieri dell’omicidio: nel giro di poco, tutte le bande della città ricevono l’ordine di catturarli affinchè sia fatta giustizia.
Comincia così la corsa disperata verso la metropolitana, territorio neutrale e unico mezzo per tornare al sicuro nel loro territorio. I Guerrieri non sanno di essere ricercati, ma la loro attenzione è massima perché danno per scontato che la tregua tra le bande non sia più valida, adesso. Capeggiati da Swan (Michael Beck), i ragazzi inizieranno la loro estenuante notte per le strade, scontrandosi con le altre gangs e la Polizia a ogni fermata della metro, sino a quando…
“I guerrieri della notte” è un film cult, figlio di un’epoca in cui le pellicole dedicati alle bande giovanili erano garanzia di successo ai botteghini, sfruttando un tema sociale che persiste tuttora non solo negli Stati Uniti. Solo per citare i più famosi e appassionanti, “I ragazzi della 56a strada” di Coppola, dai quali uscirono Matt Dillon, Diane Lane, Patrick Swayze, Tom Cruise, Ralph Macchio; “Bad Boys”, con un giovanissimo Sean Penn che poi cambierà “bandiera” nel film di Dennis Hopper “Colors-Colori di Guerra”, diventando poliziotto di fianco a Robert Duvall. La lista è molto lunga, passando anche per “Grease” e “La febbre del Sabato sera”, forse tutti figli di “Gioventù Bruciata” del 1955, con James Dean.
“I guerrieri della notte” non ha portato grande notorietà agli attori, ma ha consacrato al cinema d’azione il regista, un grande specialista del genere d’azione che è Walter Hill. Dopo un esordio da sceneggiatore, Hill passa dietro alla macchina da presa verso la metà degli anni ’70 e si fa notare davvero nel 1978, con “Driver-l’imprendibile”, dirigendo Ryan O’Neal e Isabelle Adjani in un road movie che fece scalpore per le sequenza al volante. L’anno successivo torna in sala con “I guerrieri della notte”, appunto, facendo il bis di incassi e acquistando una grande notorietà. Pur essendo dedito al cinema d’intrattenimento, Walter Hill cura molto gli aspetti chiave dei suoi film, dimostrando una padronanza del cinema che ha fatto scuola. Tutti i suoi film sono caratterizzati dalla necessità del protagonista di compiere un’impresa disperata, per una scelta morale che redime il suo passato: casting, montaggio accurato, colonne sonore sempre azzeccate e spessore del personaggio sono basilari. I suoi ambienti sono le città o il vecchio West, nei quali si è alternato con titoli ancora oggi godibilissimi come “48 ore”, “Danko”, “Johnny il Bello”, “Strade di Fuoco”, “I guerrieri della notte”, “Geronimo”, “Ancora vivo” fino all’ultimo “Jimmy Bobo”, con Stallone.
“I guerrieri della notte” comincia in metro, con titoli di testa schizzati come graffiti e la celeberrima, bellissima canzone di Barry De Vorzon che introduce la storia. Dialoghi volgari, slang, sono comunque intelligenti e mai banali, come l’intreccio e la tensione che scaturisce da una storia semplice, neppure originale, che però trascina lo spettatore da una stazione della metro all’altra, in un’America senza cellulare che diffondeva i bollettini sulla corsa dei Guerrieri via radio, con la voce di una speaker di colore di cui si vedono soltanto le labbra vicino al microfono. La rissa con i Turnbulls nella toilette della metro, come quella con i Baseball Furies nel parco, resisteranno ancora molti anni per l’accuratezza del montaggio e la combinazione di realismo e spettacolarità che sanno esaltare lo spettatore. Il capo dei Guerrieri è Swan, ben interpretato Michael Beck, che trovo somigli in maniera curiosa a Heath Ledger, per quanto la recitazione non sia neanche paragonabile. James Remar è Ajax, prepotente e rissoso, ed è l’unico che abbia proseguito la carriera con ruoli d’antagonista in vari titoli d’azione. Tutto il cast è poco conosciuto in Italia, ma l’interpretazione di tutti è adeguata e interessante a distinguere il carattere delle varie bande.
Credo che questo sia il primo film davvero esaltante che ricordi della mia infanzia (insieme, guarda caso, a Driver). Per me è un “doppio pollice su” ancora oggi consigliabile con le solite raccomandazioni: è violento senza particolari risvolti culturali, ma di sicuro impatto per quelli che amano il genere urbano d’azione, il rockettone anni ’80 e, naturalmente, il grande Walter Hill.

Asterix451

Articolo Articolo Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

1852490 persone hanno visitato il blog dal 3 aprile 2006

Ci sono 490 persone collegate


< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
     
             

Articoli
Elencati per sezione:
cinema
musica
live report
libri
teatro
fumetti
serie TV
redazione

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Gran bel libro che è...
18/03/2018 @ 15:55:05
Di Namor
Non credevo (infatti...
18/03/2018 @ 15:53:06
Di Namor
Complimenti per la r...
18/03/2018 @ 13:03:13
Di Angie*
@- LouiseElle- Ti r...
03/12/2017 @ 11:08:01
Di * Miryam
e' un libro bellissi...
23/11/2017 @ 14:21:42
Di #LouiseElle
@_Angie: Grazie Angi...
15/11/2017 @ 00:19:30
Di Asterix 451
Bella rece Asterix. ...
12/11/2017 @ 14:22:04
Di Angie*
ne sono davvero feli...
29/08/2017 @ 22:59:00
Di #LouiseElle
purtroppo non sono ...
05/03/2017 @ 20:26:10
Di #LouiseElle
Anche questo titolo ...
05/03/2017 @ 14:34:45
Di Namor




Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3
dBlog Open Source
BlogItalia
blogs italia, directory blog italiani

BlogNews


Creative Commons License
I contenuti testuali di BlogBuster sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.


23/02/2019 @ 10:08:17
script eseguito in 258 ms