Ready Player One - BLOGBUSTER - cinema e musica
mail forum
 
\\ Home Page : Articolo
Ready Player One
Di Asterix451 (del 16/04/2018 @ 05:00:00, in cinema, linkato 246 volte)
Titolo originale
Ready Player One
Produzione
USA 2018
Regia
Steven Spielberg
Interpreti
Tye Sheridan, Olivia Cooke, Ben Mendelsohn, T.J. Miller, Simon Pegg.
Durata
140 Minuti

Nel 2045 la terra è un pianeta sopraffatto dall’inquinamento e dalle guerre. In America, le classi più povere vivono nelle “cataste”, quartieri di case-container impilate in verticale, dove le persone sfuggono alla miseria rifugiandosi in una piattaforma virtuale globale chiamata “Oasis”. Quando il suo creatore muore, l’eccentrico miliardario James Halliday (Mark Rylance), viene diffuso sulla piattaforma il suo testamento, che poi è una sfida ai giocatori di tutto il mondo. Infatti Halliday istituisce “Il gioco di Anorak”, aperto a chiunque, mettendo in palio la presidenza di “Oasis” e un patrimonio in dollari.
Wade Watts (Tye Sheridan) è un adolescente che vive nelle cataste a casa della zia e del suo spregevole compagno. Rimasto orfano di entrambi i genitori, le sue uniche speranze per il suo futuro sono legate all’eredità di Halliday. Nei panni di Parzival, l’avatar con cui si logga a “Oasis”, Wade sta cercando disperatamente di vincere la sfida per la prima chiave di Anorak: ce ne sono tre e sono milioni i contendenti da sfidare, fino al giorno in cui, sulla griglia di partenza della prova, Parzival incontra la famosa Art3mis (Susan Cooke)… da quel momento, per lui, non esiste nessun altro.
Ma per tutti gli altri gli interessi in ballo sono enormi e sono davvero disposti a tutto pur di garantirseli. A cominciare dalla IOI, multinazionale leader nella produzione di hardware per aumentare la realtà sensoriale di “Oasis”.
Quasi vent’anni dopo “Artificial Intelligence”, Steven Spielberg torna a confrontarsi con il tema del rapporto uomo-macchina come evoluzione dell’esistenza, portando sullo schermo il romanzo “Player One” di Ernest Cline. Cline è un appassionato di cinema, videogiochi e internet che negli anni ha sviluppato soggetti, sceneggiature e un paio di romanzi. Non so quanto sia famoso in America e quanto lo possa diventare adesso, ma il suo lavoro è tanto interessante quanto… già visto?
Ready player one” non ha la profondità filosofica di “Artificial Intelligence” e punta all’intrattenimento di un vasto pubblico. Il punto di forza sono le citazioni di opere celeberrime, talmente frequenti da dare l’impressione di guardare più film allo stesso tempo. A volte la revisione delle situazioni è talmente geniale da diventare originale: infatti, strizzando gli occhi a “Ritorno al futuro” e rivivendo “Shining”, sull’idea di “Suckerpunch” come vittoria nel mondo reale attraverso il gioco si evade attraverso degli avatar (che non sono proprio quelli di “Avatar”) per vivere oltre i limiti di un corpo umano. No, non è “Il mondo dei replicanti”, ma ti sa di quello, come tutto sa di “Matrix” con un pizzico di “Tron”. E se da una parte le citazioni sono talmente palesi da trasformarsi in “omaggi, tributi”, dall’altra ci si domanda perché questo film debba essere così geniale e migliore degli altri.
Certamente Spielberg conferma la sua maestria dietro alla macchina da presa, e il cast riesce a conquistare i cuori del pubblico. Tye Sheridan e Olivia Cooke faranno innamorare i loro coetanei come noi ci innamorammo di Jennifer Connelly e River Phoenix, volando sulle note di Alan Silvestri, che ha curato la colonna sonora. Interessante (ed educativo) Mark Rylance nei panni di Halliday, che per Spielberg già diede il volto e un’anima al Grande Gigante Gentile.
Un film buono, di grande impatto visivo, che ripropone tutto il pathos delle opere più viste e amate dal pubblico; un omaggio agli amici di Spielberg che ricostruirono Hollywood negli anni ’70, regalandoci un nuovo cinema per sognare.
Dubito che segnerà un nuovo punto di inizio della cinematografia di genere, ma credo ne riassuma i contenuti in maniera spettacolare. Sconsigliato solo a chi non vuol sentir parlare di realtà virtuale, internet e computer (alcune sequenze potrebbero esser fatali).

Asterix451

Articolo Articolo Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

1824609 persone hanno visitato il blog dal 3 aprile 2006

Ci sono 333 persone collegate


< novembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Articoli
Elencati per sezione:
cinema
musica
live report
libri
teatro
fumetti
serie TV
redazione

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Gran bel libro che è...
18/03/2018 @ 15:55:05
Di Namor
Non credevo (infatti...
18/03/2018 @ 15:53:06
Di Namor
Complimenti per la r...
18/03/2018 @ 13:03:13
Di Angie*
@- LouiseElle- Ti r...
03/12/2017 @ 11:08:01
Di * Miryam
e' un libro bellissi...
23/11/2017 @ 14:21:42
Di #LouiseElle
@_Angie: Grazie Angi...
15/11/2017 @ 00:19:30
Di Asterix 451
Bella rece Asterix. ...
12/11/2017 @ 14:22:04
Di Angie*
ne sono davvero feli...
29/08/2017 @ 22:59:00
Di #LouiseElle
purtroppo non sono ...
05/03/2017 @ 20:26:10
Di #LouiseElle
Anche questo titolo ...
05/03/2017 @ 14:34:45
Di Namor




Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3
dBlog Open Source
BlogItalia
blogs italia, directory blog italiani

BlogNews


Creative Commons License
I contenuti testuali di BlogBuster sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.


19/11/2018 @ 06:14:48
script eseguito in 240 ms