Johnny Rotten. L'autobiografia - BLOGBUSTER - cinema e musica
mail forum
 
\\ Home Page : Articolo
Johnny Rotten. L'autobiografia
Di slovo (del 19/01/2008 @ 05:00:00, in libri, linkato 3341 volte)
Titolo originale
Rotten: No Irish, No Blacks, No Dogs
Autore
John Lydon, Kent & Keith Zimmerman
Traduzione
Giuseppe Marano
Editore
Arcana
Prima edizione
1994

"I Sex Pistols finirono com'erano iniziati: in un completo disastro. E tutto quel che c'era in mezzo era altrettanto disastroso"… difficile resistere ad un incipit come questo vero?
Poi mettiamoci che, piacciano o non piacciano lo stile di vita, la moda o la musica che ha generato, il movimento punk inglese è stato uno dei fenomeni più influenti e longevi del costume moderno ed ecco che un libro come questo diventa un opportunità straordinaria di sentire tutta la storia raccontata dall’ uomo-alfa del punk. Quel John Lydon, in arte Johnny Rotten, cantante e ‘filosofo’ dei Sex Pistols ed inventore, per sua insindacabile asserzione, del punk.
Complici la cattiva fama che si erano guadagnati per il loro atteggiamento oltraggioso e la stampa al solito poco informata, dei Pistols si è detto e scritto di tutto: “gran parte sensazionalismo o seghe mentali di giornalisti. Il resto puro veleno”.
Rotten racconta la sua versione dei fatti cominciando dagli albori, dai suoi nello specifico, partendo dalla sua poverissima infanzia di figlio di irlandesi della working-class, la scuola, le prime bande di ragazzi, gli esperimenti sul look, fino all’incontro con Malcolm McLaren e il primo nucleo dei Pistols, prosegue con i primi concerti, la popolarità, la censura, il tour americano e lo scioglimento dopo il famoso concerto a San Francisco, quindi la lunga battaglia legale contro il management e la nascita dei Public Image Ltd.
Narratore terribilmente schietto, Rotten non risparmia commenti al vetriolo a nemici, amici e colleghi illustri (pochi quelli che si salvano dalle sue invettive) proponendosi di fornire l’ultima parola sulla vicenda dei Sex Pistols così spesso mistificata negli anni (il documentario “la Grande Truffa del Rock’n’Roll” ad esempio, fortemente voluto da McLaren, che dipinge il gruppo come una sua mera invenzione o il film “Sid & Nancy” (1986) che John non esita a definire “la cosa più ignobile che esista”).
Interessante la struttura narrativa intercalata dagli interventi dei co-protagonisti: gli amici di John, il padre John Christopher, i musicisti che condividevano la scena, riportati anche quando in netta contraddizione con le parole del protagonista.
Una lettura interessante ed appassionante, un reportage autorevole e sincero, un occasione per scoprire e rivalutare un personaggio unico, bizzarro e brillante come Johnny Rotten. Da divorare.

slovo

Articolo Articolo Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa

1851452 persone hanno visitato il blog dal 3 aprile 2006

Ci sono 496 persone collegate


< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
     
             

Articoli
Elencati per sezione:
cinema
musica
live report
libri
teatro
fumetti
serie TV
redazione

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Gran bel libro che è...
18/03/2018 @ 15:55:05
Di Namor
Non credevo (infatti...
18/03/2018 @ 15:53:06
Di Namor
Complimenti per la r...
18/03/2018 @ 13:03:13
Di Angie*
@- LouiseElle- Ti r...
03/12/2017 @ 11:08:01
Di * Miryam
e' un libro bellissi...
23/11/2017 @ 14:21:42
Di #LouiseElle
@_Angie: Grazie Angi...
15/11/2017 @ 00:19:30
Di Asterix 451
Bella rece Asterix. ...
12/11/2017 @ 14:22:04
Di Angie*
ne sono davvero feli...
29/08/2017 @ 22:59:00
Di #LouiseElle
purtroppo non sono ...
05/03/2017 @ 20:26:10
Di #LouiseElle
Anche questo titolo ...
05/03/2017 @ 14:34:45
Di Namor




Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3
dBlog Open Source
BlogItalia
blogs italia, directory blog italiani

BlogNews


Creative Commons License
I contenuti testuali di BlogBuster sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.


20/02/2019 @ 02:23:49
script eseguito in 263 ms