\\ Home Page : Articolo : Stampa
Il diritto di contare
Di Angie (del 14/05/2018 @ 05:00:00, in cinema, linkato 146 volte)
Titolo originale
Hidden Figures
Produzione
USA 2017
Regia
Theodore Melfi
Interpreti
Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe, Kevin Costner, Kirsten Dunst
Durata
127 Minuti

Siamo in Virginia, segregazione degli anni Sessanta, dove la legge non permette ai neri di vivere insieme ai bianchi. Uffici, toilette, mense e sale d'attesa sono separati: da una parte i bianchi e dall'altra i neri. La Nasa non fa eccezione. I neri hanno i loro bagni relegati in un'area dell'edificio lontano da tutto e sono considerati una forza lavoro di cui disporre a piacimento. Qui inizia l'incredibile storia di tre donne amiche e colleghe afro-americane nel'61 alle prese con la questione razziale: Katherine Johnson (Taraji Henson), Dorothy Vaughn (Octavia Spencer), e Mery Jackson (Janelle Monae). Sono tre grandi scienziate, prodigi della matematica, che lavorano alla Nasa e hanno collaborato a una delle più grandi operazioni della storia: il lancio in orbita dell'astronauta John Glenn. Allora fu un risultato sorprendente riportando fiducia alla Nazione Statunitense segnando una svolta nella corsa verso la conquista dello spazio. La matematica Katherine continuò a lavorare alla Nasa e fu colei che in seguito calcolò anche le traiettorie delle missioni Apollo11 e Apollo 13. All'inizio per le tre scienziate fu molto duro il loro ingresso alla Nasa. La loro competenza fu continuamente messa in discussione a causa di essere donne e del colore della loro pelle. Le tre donne nonostante aver dimostrato la loro bravura non hanno il diritto di firmare le scoperte e non viene riconosciuto il lavoro svolto dagli ingegneri bianchi con cui collaborano. Ma alla fine riusciranno imponendo il loro talento e la loro astuzia a vincere l’arroganza dei colleghi e superiori: come il direttore del progetto spaziale Al Harrison (interpretato dal bravo Kevin Costner), che poi si batterà per l'abolizione della segregazione all'interno degli uffici.
“Il diritto di contare” film di Theodore Melfi (già regista di St. vincent) è basato sul libro “Hidden Figures” di Margot Lee Shetterly, che è anche il titolo originale del film. Racconta tre storie personali, tre donne nere che negli anni sessanta diedero un rivelante contributo alla cosiddetta “corsa nello spazio” e alle prime missioni spaziali della Nasa. Il film ha ottenuto 3Candidatureai Premi Oscar, 3 candidature a Golden globes e 1 candidatura a bafta. Che dire del film? Innanzitutto un buon cast. Ottime le interpretazioni da parte di tutti gli attori, in modo particolare superlative le tre attrici. Pellicola interessante e coinvolgente dall'inizio alla fine. Un tema sempre caldo e sensibile delle grandi battaglie del popolo nero per vincere l'uguaglianza razziale raccontata in modo senza esagerare.
Le storie vere, fatti realmente accaduti mi appassionano sempre e, questa in modo particolare perché non la conoscevo ancora. Le tre attrici (a mio parere) sono state strepitose, hanno recitato in un modo che solamente chi sente profondamente sua la storia che sta raccontando è in grado di fare. Ciò che più mi ha colpito della sua visione è il fatto che tutto avviene alla Nasa, cattedrale della scienza, dove menti geniali proiettate al futuro, si dimostrano tarde ed ottuse nell'accogliere tre brillanti scienziate molto brave nel loro lavoro solo perché sono donne e afro-americane. In conclusione è una bella storia che valeva la pena di essere raccontata e vista.
Un consiglio: se avete l'opportunità dategli un'occhiata Merita!

Angie