\\ Home Page : Articolo : Stampa
Il pił bel gioco della mia vita
Di Namor (del 22/02/2007 @ 05:00:00, in cinema, linkato 6999 volte)
Titolo originale
The Greatest Game Ever Played
Produzione
USA 2005
Regia
Bill Paxton
Interpreti
Shia LaBeouf, Elias Koteas, Stephen Dillane, Josh Flitter, Peyton List, Marnie McPhail, Stephen Marcus, Peter Firth.
Durata
120 Minuti

Dalla sua nascita, che ebbe luogo in Scozia nel lontano XV secolo, il gioco del golf con il passare degli anni ha visto succedersi nei vari tornei, nomi di grandi campioni quali Bobby Jones, Harry Vardon, Ben Hogan, fino al più recente Tiger Woods, ognuno di essi con le loro gesta, divennero delle vere icone nel mondo del golf. Ma l’impresa più clamorosa, non la si deve a questi grandi campioni del green, ma ad un ventenne dilettante di nome Francis Quimet, il quale nel 1913 prendendo parte agli U.S. Open di golf, realizzò quello che nessuno avrebbe mai osato credere fosse possibile per un dilettante, giocare testa a testa con i più grandi golfisti dell’epoca, tra cui il suo idolo, il leggendario campione inglese Harry Vardon. L’attore Bill Paxton dopo il suo esordio alla regia con il trhiller “Frailty”, per realizzare la sua seconda opera sceglie come soggetto una storia vera, ambientata nel mondo dello sport, dal titolo “Il Gioco più bello della mia vita” tratto dal libro “The Greater Game Ever Played”. La passione che nacque fin da piccolo nel cuore di Francis Quimet (Shia LaBeouf) fu alimentata dal continuo calcare i campi da golf, infatti Francis iniziò la sua avventura come caddie (portatore di mazze), racimolando qualche spicciolo da portare a casa per aiutare economicamente la sua famiglia, di umili origini. gap che ostacolava il suo talento naturale, si, perché all’epoca il golf era uno sport per gentiluomini, rimanendo (purtroppo) tuttora, visti i costi, uno sport d’elite! Nonostante le difficoltà che dovrà affrontare, compresa la disapprovazione del padre, che vede il golf come una chimera per il figlio, il nostro protagonista riuscirà a giocare il torneo degli U.S. Open, dando vita ad una sfida memorabile fino all’ultima buca con i britannici Harry Vardon(Stephen Dillane) e Ted Ray, che tenteranno di strappare dalle loro mani, ed in casa per giunta, la coppa ai detentori Americani. Ritengo giusto non dire altro, per lasciarvi gustare buca dopo buca, l’emozionante partita svoltasi nel più assoluto rispetto reciproco tra i protagonisti, e che, un cronista d’epoca definì come la sfida tra il David Americano e il Golia Inglese. Prendete posto la partita sta per iniziare!

Namor