\\ Home Page : Articolo : Stampa
BELFAGOR ovvero "Il fantasma del Louvre"
Di Namor (del 29/11/2007 @ 05:00:00, in Serie tv, linkato 22129 volte)
Titolo originale
Belphégor ou Le fantôme du Louvre
Produzione
Francia 1965
Episodi / Durata
6 / 47 Minuti

Un’oscura figura vestita di nero si aggira in piena notte nei meandri del Louvre. Il ritrovamento del cadavere di uno dei custodi del museo porta subito a pensare che l’omicidio possa essere stato compiuto proprio da quella misteriosa figura, conosciuta col nome di Belfagor. Toccherà al commissario Menadier (René Dary), l’arduo compito di scovare e consegnare alla giustizia il responsabile dell’avvenuto crimine e ben presto la sua indagine si incrocierà con quella del temerario studente Andrea Bellegarde (Yves Rènier) anch’esso bramoso di scoprire chi si cela dietro la maschera di Belfagor. Non sarà affatto facile sbrogliare la matassa di questa vicenda, poiché strani personaggi conosciuti nel corso delle indagini, fanno presupporre che dietro a tale mistero si celi ben più di una persona, ma addirittura la misteriosa e antica setta dei Rosa Croce!
Questo famoso sceneggiato in bianco e nero, divulgato in sei puntate, che spaventò una intera generazione per l’oscura presenza del suo protagonista, fu mandato in onda in prima serata dalla nostra televisione di stato nel lontano 1965, l’enorme successo di pubblico ne consentì la replica negli anni: 1966, 1969, 1975 e nel 1988.
 “Belfagor, ovvero il fantasma del Louvre” fu tratto dall’omonimo romanzo scritto da Arthur Bernède nel 1927, lo sceneggiatore Jacques Armand ed il regista Claude Barma in seguito ne apportarono le giuste modifiche per rendere più avvincente la sua trasposizione televisiva, considerato i buoni risultati direi che l’operazione ebbe buon esito. Indubbiamente, la visione attuale di questa serie priva la stessa del suo antico fascino, ma vi assicuro che all’epoca il suo effetto inquietante era palese, io stesso non sono mai riuscito a guardarne una puntata. Una sera mentre i miei ne seguivano un episodio, mi bastò fissare lo sguardo di Belfagor che ti scrutava dietro la sua maschera, per decidere che non lo avrei mai più visto, c’è da dire che allora avevo nove anni, e ci si spaventava con i film di Dracula e Frankeisten, quindi bastavo poco per impaurirsi, infatti ricordo che mia zia per tranquillizzare la nostra vivacità serale ci diceva <Fate i bravi o chiamo Belfagor!> vi assicuro che al solo pensiero che la sua tetra figura si potesse materializzare, restavamo buoni per tutta la serata!
Un invito a tutti gli over 40, io dopo tanti anni ho finalmente infranto un tabù, grazie alla sua uscita in dvd sono riuscito a vedere questa fantomatico sceneggiato che tanto mi terrorizzava, fatevi coraggio… adesso tocca a voi!

Namor